ESCAPE='HTML'
English Version ESCAPE='HTML'

English Version

The renewable energy sources development for one hand, in this case the use of wind energy, and the desire to escape of  the logic that the wind is a resource to sell to the most interested buyer, on the other, are the basis of the project “Non vendiamoci anche il vento”.

The project aim is to ensure that municipalities involved in the project are the same who use the wind resource and to take benefit of the electricity sales. The project considers the construction of wind farms on the area of the municipalities involved in the union. The subject able to realize these parks will be the company CRETA Energie Speciali S.r.l., which is a Spin-Off of the University of Calabria.

The shareholding structure of the company CRETA Energie Speciali S.r.l. is made up by:

- Imprese e sviluppo Srl with 65%.
- Consorzio CRETA which holds 30%.
- Docenti proponenti just 5%.

The company, starting from a feasibility study co-funded with the Ministry of the environment, carries out a virtuous cycle of self-sustaining development process of the area, based on the energy production from all renewable sources: wind, biomass, solar, mini-hydro.

Development actions count on, training and employment of local professionals and enhancement of the local financial resources and the traditional productive sectors (agriculture, crafts, tourism).

To support the implementation of the investment program, take part to the company,  some business groups in the renewable energy sector and agro-food sector industries. The company is investing in Italy (and abroad) and the spirit who moves the company is always the same: "clean energy, landscape enhancement and local development, remain the focus of our actions".

Currently the company CRETA Energie Speciali S.r.l. has presented the three request of authorization to proceed with realizations of the farm projects in the sites of:

City of Falerna 8.1 MW of power;

City of Borgia 10 MW of power;

City of Conflenti 20.7 MW of power

Furthermore are still in writing other two more projects planted in the sites of:

Squillace

Cropani

 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'

Italian Version

Lo sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili da un lato, nella fattispecie lo sfruttamento dell’energia eolica, e la volontà di sfuggire alla logica che il vento sia una risorsa da vendere al migliore offerente dall’altro, sono alla base del Progetto “Non vendiamoci anche il vento”.
Scopo del progetto è far si che siano gli stessi Comuni ad utilizzare la risorsa vento ed a godere della vendita dell’energia elettrica. Il progetto prevede la realizzazione di parchi eolici sui territori dei Comuni Consorziati. A realizzare tali parchi sarà la società CRETA Energie Speciali Srl, Spin-Off accademico dell’Università della Calabria.

La compagine sociale della società CRETA Energie Speciali Srl è così composta:

- Imprese e sviluppo Srl per il 65%.
- Consorzio CRETA per il 30%.
- Docenti proponenti per il 5%.

La società, partendo da uno studio fattibilità cofinanziato dal Ministero dell’Ambiente, porta avanti un processo virtuoso di sviluppo auto sostenibile del territorio, centrato sulla produzione di energia da tutte le fonti rinnovabili: vento, biomassa, sole, mini-idro.
Gli interventi di sviluppo puntano sulla formazione e l’impiego delle figure professionali locali e sulla valorizzazione delle risorse finanziarie endogene e dei settori produttivi tradizionali (agricoltura, artigianato, turismo)
A sostenere l’attuazione dell’ampio programma di investimento, partecipano alla società gruppi imprenditoriali leader nei settori dell’energia rinnovabile e dell’industria agro-alimentare. La società realizza investimenti in Italia e all'estero, e lo spirito che anima la società è sempre lo stesso: “energia pulita, valorizzazione del paesaggio e sviluppo locale restano al centro delle nostre azioni”

Attualmente la società CRETA Energie Speciali Srl ha presentato alla Regione Calabria tre domande di Autorizzazione Unica per progetti di parchi eolici da realizzare nei siti di:
  Comune di Falerna 8.1 MW di potenza;
  Comune di Borgia 10 MW di potenza
  Comune di Conflenti 20.7 MW di potenza
Sono invece in fase di redazione altri due progetti che interessano siti ricadenti nei Comuni di:
  Squillace
  Cropani
 

La società Creta Energie Speciali Srl nasce come frutto dell'attività di ricerca svolta presso il Dipartimento di Elettronica Informatica e Sistemistica dell'Università della Calabria, dal Gruppo di ricerca di Sistemi Elettrici per l'Energia.

Creta Energie Speciali è frutto dell'attività dell'Università della Calabria a sostegno e incentivazione della valorizzazione dei risultati della ricerca prodotta all'interno delle proprie strutture ed è nata con la stessa filosofia del Consorzio CRETA ossia tutelare l'interesse Pubblico!!

Infatti nell'ambito del Progetto Non vendiamoci anche il vento, che prevede la realizzazione di parchi eolici nell'ambito dei Comuni Consorziati, la Società è partecipata dal Consorzio Creta e quindi dai Comuni Consorziati per il 30%. Il Partner privato inizialmente era la Società Fortore Energia Spa , aggiudicataria della "Manifestazione di Interesse per la scelta del partner privato" bandita dal Consorzio Creta. Il Partner privato ora è ora la società Imprese e Sviluppo srl che detiene il 65% delle quote societarie.

Il fine è la realizzazione di impianti da fonti rinnovabili sul territorio calabrese, con l’idea di trasformare gli enti locali in veri e propri motori dello sviluppo endogeno, autosostenuto e sostenibile del proprio territorio, basato su risorse locali, naturali e inesauribili, quali il Sole e il Vento, nonché il finanziamento della ricerca nel settore delle energie alternative.
L’intuizione base dell’iniziativa è stata quella di creare un rapporto sinergico tra territorio, Università ed aziende private, in modo tale da diventare promotori in prima persona della produzione di energia da fonte “pulita”:

- il territorio rappresentato dal consorzio che annovera gli enti locali, rappresenta il bene pubblico ed il ritorno per la collettività;

- l’Università, grazie alle competenze raggiunte dal Gruppo di Sistemi Elettrici per l’Energia nel campo della produzione di energia dalle fonte rinnovabili e del mercato dell’energia, mette a disposizione criteri di progettazione e di gestione innovativi;

- infine, i soggetti privati mettono a disposizione i capitali e le strutture commerciali per il pieno compimento dei progetti.

L’iniziativa nasce dalla volontà di creare una ipotesi di sviluppo del territorio centrata sulla produzione di energia da tutte le fonti rinnovabili come volano per una pianificazione integrata multisettoriale dello sviluppo locale auto-sostenibile (risorse naturali, umane e finanziarie endogene) in grado di coinvolgere, oltre all’indotto (componenti impianti AFR e servizi), i sistemi produttivi tradizionali locali.